Blog

Streghe, Matrigne e Regine cattive… ovvero la parte oscura della madre

Brutte, cattive e astute… mettono i bastoni tra le ruote, rinchiudono nelle torri, sabotano i piani altrui, mandano all’aria ogni buona prospettiva, fanno di tutto affinché la fanciulla resti tra le loro grinfie o, meglio ancora, muoia.

Nelle fiabe ricorre spesso la figura della matrigna, della strega o della regina cattiva. Il più delle volte questo personaggio ne esce sconfitto e la donzella – all’origine innocente -riesce a salvarsi, riprendersi il trono, oppure fuggire, farsi una vita altrove.

La Strega, la Matrigna, la Regina cattiva sono rappresentazioni del lato oscuro della madre, della mamma a cui la bimba vuole tanto bene, ma che ogni tanto vede come mostruosa.

Le mamme, seppur dipinte come candidi angeli in terra, sono pur sempre esseri umani e come tali hanno momenti buoni e momenti terribili, vivono le invidie così come gli amori, hanno giorni di sole e giorni di tempesta.

Per la bambina (o il bambino) risulta troppo doloroso riconoscere nella madre gli aspetti oscuri, allora inventa dei personaggi alternativi che rivestano questi ruoli, così che la madre candida rimanga immacolata e la bambina possa affrontare la parte cattiva in separata sede.

Le fiabe sono un ottimo spunto per elaborare questi conflitti ed anche per divenire più forti, sviluppare la capacità di affrontare i mostri e sconfiggerli.

Grazie agli spunti forniti dalle fiabe, la bambina trova in sé la forza vista nei personaggi che sconfiggono la strega o la matrigna di turno e può così usare quella forza per affrontare le difficoltà della vita.

Ogni fiaba racconta, grazie ai suoi personaggi, di quello che si agita nell’animo del bambino – e anche dell’adulto – e diviene uno strumento magnifico per riconoscere in se stessi le relazioni e gli strumenti della vita quotidiana.

Tornerò su questo tema, riguardo anche l’invidia della madre nei confronti della figlia, oppure il suo desiderio di tenerla sempre con sé e nutrirsi della sua compagnia e giovinezza… tutti temi trattati nelle fiabe.

Per adesso, vi auguro buona visione o ascolto della prossima fiaba… che parla di voi!

Rossella Incanto