Blog

I Tiranni hanno bisogno di Amore

I Tiranni sono persone che hanno ricevuto talmente tanti rifiuti riguardo alla propria natura, che hanno iniziato a chiedere attenzione in modo prepotente. Hanno trovato questa via di forza per poter ottenere il riconoscimento di cui ogni singolo individuo ha bisogno.

Odiare i Tiranni, dare loro contro e combatterli, li rende ancora più duri e ostinati – oltre a farli soffrire ancora più nel profondo.

Questo succede con i Tiranni che incontriamo nelle nostre giornate e succede con i Tiranni che vivono dentro di noi. In fondo, i primi, ovvero i Tiranni delle nostre giornate, sono un riflesso dei Tiranni che vivono dentro di noi. Amare gli uni significa amare gli altri.

“Ma come posso amare una parte di me che è stata messa in Ombra, che io stessa ho nascosto perché era rifiutata dal mio clan di origine, ovvero famiglia – scuola – cerchia di amicizie – in cui sono cresciuta?

Come posso dare amore ad una parte che ho nascosto perché mi portava ad essere emarginata, sgridata, guardata male e alle volte anche odiata?

L’ho nascosta perché così mi garantivo un posto nella cerchia di appartenenza, mi garantivo cibo e coccole, amicizie e feste, favori e tutto quello di cui avevo bisogno per vivere.”

Questo è vero, ma può essere cambiato.


I Tiranni sono quelle parti di noi che sono state così tanto ignorate, da urlare sempre più forte per ottenere attenzione, nutrimento e un surrogato di Amore. Chiunque ha provato questo. Ognuno di noi ha un vissuto simile.

Così come un raffreddore ignorato diventa bronchite e poi polmonite e poi può crescere fino a portare alla morte, allo stesso modo, una parte di noi che chiede attenzioni può urlare sempre più forte, causandoci guai, sintomi, problemi, incidenti ed infine anche la morte, per il semplice bisogno di essere ascoltata.

Finché rifiutiamo quelle parti che sono state condannate nella nostra infanzia (e che continuano ad esserlo in certi contesti), continueremo a rifiutare i Tiranni che vivono al di fuori di noi e che rovinano le proprie vite e quelle altrui.


Possiamo uscire dalla colpa, quella che diamo a noi stessi e quella che diamo agli altri, tornando a prenderci la responsabilità di quello che ci accade.

Siamo noi a creare la nostra vita, il nostro quotidiano.

Rendi cosciente l’inconscio, altrimenti sarà l’inconscio a guidare la tua vita e tu lo chiamerai destino”
C. G. Jung

L’inconscio crea le situazioni della nostra vita, attrae le persone a noi, ci fa incontrare chi e cosa ci serve per evolvere, per ritrovare la nostra Verità profonda.

Ascoltare l’inconscio, conoscerlo ed incontrarlo, ci permette di tornare ad avere fiducia in noi stessi, nelle nostre qualità, dando spazio a chi siamo, alla nostra Essenza, smettendo di odiare il Tiranno che è dentro di noi, così come quello che è fuori, ed accogliere le sue doti più pure.


I Tiranni – interiori ed esteriori – hanno bisogno di Amore.

Se avessero ricevuto Amore, non sarebbero diventati Tiranni.

Quando ricevono Amore, smettono di essere Tiranni e tornano a muoversi seguendo la propria natura creativa.


Buon Viaggio,
Rossella Incanto